Lettera aperta di Silvia Fortunato : è sempre un’emozione

 

13315233_10210240468987147_4334896256979685596_n

Cara Elena,

che dirti se non “grazie” per avermi permesso di mettere nero su bianco al fine di esprimere cosa ha rappresentato per me il vostro brand “Fichissime”.

A giugno mi trovavo a Marina di Ragusa in occasione di un matrimonio di amici.  Qualche giorno prima delle nozze , in occasione di un giro per la località, siamo capitati davanti al negozio di “Amuni’ sicily shop” , siamo entrati per dare un’occhiata  e immediatamente sono stata catturata dall’immagine di quel fico d’India che per una donna è di certo un simbolo molto rappresentativo.

La pianta del fico, infatti,  nasce nei luoghi più aridi del Sud e, solo grazie alla forza della sua tenacia,  riesce a sopravvivere  resistendo alle intemperie e dando origine ad un frutto, il fico d’india  appunto, che,  con la dolcezza del suo sapore, rappresenta la profondità di ogni donna che mostra la sua dolcezza solo a chi sa andare oltre alle apparenze e riesce a superare le sue spine delle quali è dotata  per difendersi dal mondo.

Ecco perché sono stata conquistata da” Fichissime”, perché sta a indicare che, in modo giocoso ed ironico, ogni donna può riuscire a  sentirsi e a dimostrarsi  un po’ fichissima davanti agli altri,  sapendo però che dentro  possiede molto molto altro.

Ho voluto ringraziarti, cara Elena, perché oggi essere “Donna” è sempre più difficile, il concetto di donna comprende  tanti aspetti , primo  fra tutti quello di essere capaci di conciliare il ruolo di madre, moglie, compagna, amante, con quello del proprio lavoro,delle proprie motivazioni e dei propri interessi.

Solo la determinazione, la curiosità di sperimentare e il coraggio di spingere al massimo le nostre capacità ci permettono di farcela sempre e comunque.

Io scrivo poesie e racconti dall’età di 12 anni, ho interesse per la musica, la lettura, la cucina, i lavori creativi, la fotografia, ma il compito che mi è riuscito meglio è stato quello di diventare mamma. Ho un lavoro che amo e ho ritrovato da poco anche l’amore, quello con la A maiuscola. Parrebbe una vita perfetta, vero? Ma non è stato sempre così.

La mia è stata una dura infanzia pieni di buchi neri e di tanti solchi, ma quello che mi ha permesso di diventare la donna di  oggi  sono state la mia sorridente positività e la mia solida tenacia, ecco sì quella stessa tenacia della “ficurinia” che si radica sul terreno anche arido e riesce a maturare i suoi meravigliosi frutti.

Perciò Elena, ti dico “continua”, continuate a diffondere in Italia e, chissà un giorno,anche  in tutto il mondo questa significativa immagine di Donna : in fondo noi donne siamo così, siamo “fichissime”!

Un grosso in bocca al lupo

Silvia

13330905_10210240471227203_6971793311374244102_n